venerdì 22 luglio 2011

FRUTTO DELLA TERRA.



obbligati a seguire
schemi noti e abusati
passi pesanti
in un cerchio di vizio
vorrei portarti
ad una distesa d'acqua
che non è blu
lontano da questo mondo
ma non ho più fantasia
vibrano tenui respiri
impastati di sonno
applico un pensiero nuovo
come un unguento
da scindere e metabolizzare
attraverso la pelle
scoppiano contraddizioni
formule ambigue
remote voci pagane
ci ricordano
che dobbiamo cadere
come qualunque altro
frutto della Terra
nati da cattivo seme
stato confusionale di massa
indole perversa
tra sesso e intelletto
abominevoli passioni insane
lunghe praterie
di erba indiana e viola
e orizzonti di gloria
che non so più immaginare
respiro regolare
da sonno profondo
ti accarezzo con gli occhi
per poco ..poi
torno alla realtà
delle mie sinapsi insonni
eccitate e sveglie
per chi sa quale ragione
mi sento vivo
quando tutto
intorno a me dorme
ho cercato di svegliarvi
e mantenere vigili
quanto più ho potuto
interpretato il guitto
ed il giullare
ma non è servito
il sonno anche da svegli
continua a dominare
e la fantasia
come il regno delle fiabe
svanisce indolore
senza che ce ne accorgiamo
poi ..anche l'ultima sentinella
si addormenta
senza sogni
e un interesse vago
nel volersi risvegliare.

                icknos@the_bad-seeds.ciao.FUCK.com



lunedì 18 luglio 2011

SU FOGU BOL BRUJEDE.



Il fuoco vi bruci.

Fortunato è l'uomo che non debba confrontarsi mai con quello di cui è veramente capace.La mia terra brucia,lingue di fuoco,colonne di fumo,così si usa descrivere i roghi che,ciclicamente riducono in cenere,oltre alla natura,il lavoro e le aspettative di migliaia di persone nei territori interessati,ma non è degli aspetti sociali o finanziari che voglio discutere.

Io,come tanti,troppi cosa facevo mentre le fiamme arrostivano vivi animali domestici e selvatici,trasformava in carbone fumante piante giovani e secolari,rendeva l'aria incandescente e irrespirabile,mentre una spessa coltre di pesante fumo,impediva di vedere il panorama che distrattamente,come dandolo per scontato,sono abituato a riconoscere e,a modo mio rispettare ..niente,bagnavo il prato attorno alla casa,ben consapevole che a meno di un repentino cambio di vento,che ritenevo abbastanza improbabile,il pericolo era abbastanza lontano,e invece di agire,rendermi utile in qualche modo,guardavo il volo di canadair ed elicotteri,fare avanti e indietro fra lago e fiamme,da lontano,guardo il cielo imbrunire,ha bruciato per gran parte del giorno,ancora va,tra poco verrà notte,aerei ed elicotteri rientrano,il fuoco ancora va,la notte passa,col suo caldo atroce,e bagliori di fiamma in lontananza,mi lascia dentro pensieri di puro odio,ore passate ad affinare con la mente le più atroci torture a cui sottoporrei senza nessuna pietà o condizionamento di presunta umanità,i responsabili di questo ulteriore sfregio alla mia ..tua,N-O-S-T-R-A terra.

Per responsabili non mi riferisco solo a chi ha fisicamente appiccato il fuoco,ma non mi va di perdermi in più o meno corrette illazioni,arriva l'alba,sento i mezzi aerei riprendere il servizio,di bonifica o contenimento del danno,mi alzo,vado fuori,davanti a me il verde brillante della vigna,il colore dorato del fieno sui campi,ma l'aria,non è la solita,sa di bruciato,rientro in casa,prendo il cannocchiale,torno fuori e salgo sul muro in veranda ..pochi Km oltre la vigna è tutto nero,ancora il fumo si leva dalla terra arsa ..odio ..ODIO e voglia di VENDETTA ..se solo sapessi con CHI prendermela.

Salto in macchina,vado in paese a fare spesa,facce lunghe,non parlano d'altro che del fuoco,ovunque,distrattamente sento i discorsi dei soliti eroi del giorno dopo,curiosi che in infradito e pantaloni corti si sono avvicinati al rogo per "documentare" la devastazione con l'i-phone,per sostenere le loro chiacchere da bar,sul contributo fondamentale da loro dato durante l'emergenza ..CAZZARI,lo so io,lo sa chi li sta ad ascoltare,un occhio al giornale e l'altro a cercare lo zucchero per dolcificare il caffè,e sopratutto lo sanno loro di sparare cazzate,perchè chi veramente ha fatto qualcosa,i pastori,gli agricoltori,sono ancora là,a battere con le frasche sulle fiamme,dopo avergli corso dietro tutta la notte,non al bar alle otto del mattino a farsi il capuccino ..perchè lo fanno?  ..che cosa spinge certa gente a ..sono qui,come loro a bermi il capuccino alle otto del mattino ..all'improvviso provo disagio,SONO come loro,non fa differenza se non mi invento cazzate sul mio incommensurabile apporto del giorno prima,che diritto ho per giudicare?.

Esco dal bar,incazzato anche com me stesso ora,sto per entrare in macchina,qualcuno mi chiama per invitarmi,in mattinata,o nel primo pomeriggio al più tardi,ad una riunione alla quale parteciperanno rappresentanti dei vari soggetti interessati alla commedia degli equivoci che si scatena immancabilmente a seguito di certi eventi,inizia lo scarica barile sulle responsabilità,dai gruppi anti-incendio,su ai coordinatori,chi doveva chiamare chi,per sollecitare l'arrivo dei canadair,immancabilmente in ritardo,le promesse dei politicanti di turno che,veri venditori di FUMO,è il caso di dirlo,promettono stato di calamità naturale e rimborsi,perchè come al solito non capiscono un cazzo e riducono tutto ad una questione di soldi,che,realisticamente, difficilmente otterranno,senza curarsi che quando migliaia di ettari vanno in fumo,non è solo la moneta il metro di misura del danno subito,perchè al di là dei proprietari colpiti,tutti subiamo una perdita,non solo della natura.ma della memoria,certi posti non li vedremo più,lungo il corso della nostra vita,campassimo pure tutti oltre i cent'anni,come li ricordiamo,e stranamente è questo che penso ..penso anche che probabilmente sarà presente anche più di uno dei responsabili non "materiali",non hanno appiccato loro il fuoco,ma morali di questo susseguirsi di roghi che continuano a devastare l'Isola anno dopo anno,mentre loro continuano con le riunioni straordinarie a ripetere le stesse troiate da anni rimanendo impreparati quando serve ..ce ne sarebbe a sufficenza per trovare con chi prendertela per sfogare la rabbia ..quasi quasi...

Ma no,non vado a sentire le loro solite trite stronzate,e neppure per attaccare qualcuno.

Ricordo le parole di un vecchio,tanti anni fa,in una situazione simile,mentre le sirene stridevano per segnalare che c'era bisogno di braccia dal momento che il fuoco ormai lambiva le case del paese,si affacciò,interrompendo la sua affannata corsa da vecchio,alla porta del bar,dove io,e diverse decine di avventori,consumavamo caffè e diversi "ammazza",giocando a carte sotto l'aria condizionata,proferendo poche ma significative parole,"su fogu bol brujede",voleva dire "il fuoco vi bruci,perchè state lì a fare niente mentre la VOSTRA terra brucia",perchè lui veniva da un mondo "antico",dove non esistevano squadre pagate per spegnere gli incendi e non pensava come noi c'è gente pagata per questo,quindi io posso continuare e farmi un altro mirto con la coscenza a posto,lui veniva da un tempo dove non importava se non era il tuo podere personale a bruciare,avevi l'obbligo morale,anche se non possedevi terreni,di renderti utile,perchè al di là della proprietà catastale era la tua FOTTUTA,BENEDETTA TERRA a bruciare e tu avevi il dovere di difenderla ..seguì la sua corsa verso le fiamme,lo seguimmo e precedemmo tutti,compreso il barista quella volta,poche parole una lezione di vita.

L'abbiamo dimenticata,siamo colpevoli,siamo TUTTI colpevoli,se andassi alla riunione avrei una sola cosa da dire,"il fuoco vi bruci signori".Il fuoco C-I bruci tutti.

            icknos@"kill_the_pyro".ciao.FUCK.com