mercoledì 10 agosto 2011

Disciples of Global Disorder.(thug life).



parte dallo stomaco e si rovescia in strada
come vomito avvelenato
furia nichilista fa di tutto un bersaglio
e veramente nessuno è da risparmiare
i segnali erano nell'aria da tempo
gente cieca di intelletto si rifiuta di vedere
spregevoli centri di potere
che violano le regole impunemente
protetti dalla legge piegata al loro interesse
e polizia in tenuta antisommossa
nella speranza di raccogliere briciole
masticate e sputate dagli squali di palazzo
che la plebe meschina ha innalzato a sovrani
Discepoli del Disordine Globale si svegliano
trovano campo fertile nella paura di molti
troppo assuefatti a tenere la testa
sotto i piedi dei loro padroni
e delegare ad altri la gestione delle loro vite
per capire da che parte stare
come cani da salotto senza palle
succubi per scelta di ideologie e religione
manipolati a tal punto da sentirsi realizzati
nel servire da ingranaggio al sistema
col cervello lavato nella candeggina
del grande fratello e cattiva informazione
propaganda per gli interessi privati di falsi profeti
chi in doppio petto chi in tunica bianca
vogliono ordine e sottomissione disposti a tutto
usano pulpiti e balconi e anche la forza per ottenerlo
non vogliono giustizia ma protezione dei privilegi
alla società proletaria di ogni epoca
come da sempre nella storia dell'uomo
non resta che insorgere e prendere la via della rivoluzione
iniziano i disordini a macchia d'olio
invadono le vostre vite sedate da troppa televisione
rifiutavate di vedere la realtà assopiti sulle vostre poltrone
ve la ritrovate sulla porta di casa
e ancora non capite di chi è la colpa
che è soltanto vostra e non di quelli con i cappucci neri
Discepoli del Disordine Globale fanno proseliti
sono i vostri figli arrabbiati
a cui voi avete contribuito a fottere il futuro
con le vostre scelte e i vostri compromessi
di una vita passata a leccare il culo ed essere ubbidienti
all'uomo in bianco che si crede dio o all'unto del signore
cavaliere di origine infame
indegno di appartenere al genere umano
ma per alcuni ancora degno rappresentante
e allora ben venga il disordine e la paura nelle città
tutti colpevoli non è nessun colpevole
vuol dire solo che nessuno è innocente
e può fare parte senza rimpianto del danno collatterale
il sistema è giunto al collasso
meglio che ve ne facciate una ragione
se inferno deve essere che lo sia per tutti
almeno questo senza discriminazione
vita criminale è il futuro che rimane.

-thug life's the way forward.Respect to 2Pac and all the global warriors.Fuck the system or die.London Riots gave us a great England once,time ago,let's hope that's a signal for a europe re-born.[D.o.G._D.].

           icknos@D.o.G._D.ciao.FUCK.com






giovedì 4 agosto 2011

Iconoclasta.

si aspettano discorsi illuminanti
da chi non ha mai dato
neppure cera per le candele
la povertà dello spirito
è nell'indole della gente distratta
la fata morgana distorce le forme
sale dall'asfalto tremulo calore
si aspetta qualcosa nell'afa

non credo in niente e in nessuno
disciolgo icone e idoli
in acido disprezzo con la bava alla bocca

menzogne e tradimenti sputati stancamente
le solite facce da sfondare a sassate
per non sporcarsi le mani e restare innocenti
indecente ricerca di parole vuote
per eserciti di golem in attesa della verità
incisa nella fronte come alito di vita
facile da sopprimere per chi ha la chiave
trasforma in morte la parola inscritta

barriere di perbenismo contorto
strappo le regole del vivere civile
seppellisco i miti in terra di nessuno

non c'è spazio per ricordare
nessuna tomba o lapide per tenere vivo
l'incedere incerto e malato
di regime da basso impero
qualità da meretrici sfregiate e abusate
pronte a tutto per difendere il loro marciapiede
e concedere ogni cosa all'osceno pappone
deforme incarnazione dell'umanità peggiore

brucio gli altari e le urne votive
cancello i vostri modelli sociali
sacerdoti eretici delle vostre fantasie angosciose

ma la furia iconoclasta non si placa
troppi maiali corrono al trogolo
qualunque merda ci si versi dentro
l'idolatria si è insinuata radicandosi
infettando alle basi il sistema corrotto
masse instupidite seguono nuovi simulacri
confondendo il sacro con l'oro che li ricopre
cantano inni celebrano riti tribali per uomini in mutande

stermino le folle inermi affogando
inghiotto continenti di delirio
cosmo di nausea infinita

nel mio incubo iconoclasta
dalle radici più profonde della mia mente
contraria a tutti i vostri più radicati principii
venata di tenui ideali sempre uguali perchè io penso diverso
sbriciolo col cinismo i muri dei falsi templi in cui vi inchinate
padri di famiglia uomini di buona volontà
che avete permesso tutto questo con la vostra inerzia
vi anniento ..perchè io ..con la mia testa ..posso.

                     icknos@aemeth-meth.ciao.FUCK.com